mercoledì 23 aprile 2014

Aggiornamento piste ciclabili a Reggio Calabria

Il 18 Gennaio ho illustrato per la prima volta lo stato di avanzamento dei lavori per la realizzazione di alcune piste ciclabili a Reggio Calabria, eccovi ora un aggiornamento...
Pista ciclabile di RC, lungomare
Pista ciclabile RC, lungomare

Pensavo che avrebbero lasciato il lungomare come zona promiscua ciclo pedonale, invece è stata tracciata la pista ciclabile a due corsie contigue con opposto senso di marcia.

Pista ciclabile di RC, lungomare
Pista ciclabile di RC, lungomare
A causa di ciò, la parte iniziale del lungomare è quasi interamente occupata dalla pista ciclabile. Non è molto comodo percorrere in bici questo tratto di pista ciclabile a causa del fondo in pavé, e quindi capita di osservare ciclisti che invece di usare la corsia loro riservata preferiscono seguire la linea in travertino che presenta una superficie molto più regolare.

Pista ciclabile di RC, lungomare
Pista ciclabile di RC, lungomare
Anche perché quasi sempre le corsie della pista ciclabile sono occupate da persone intente a passeggiare o fare jogging. Fortunatamente questa pista non viene usata quasi da nessun ciclista, altrimenti sarebbe molto pericolosa.

Pista ciclabile di RC, lungomare
Pista ciclabile di RC, lungomare

La pista ciclabile è stata tracciata anche nella zona dell'arena dello stretto; che, specialmente in estate, è sede di spettacoli. Dal punto di vista estetico credo che sia stata rovinata una delle zone più belle del lungomare. Fortunatamente hanno evitato la vernice rossa, quello sarebbe stato troppo anche per loro...

Pista ciclabile di RC, lidi in costruzione
Pista ciclabile di RC, lidi in costruzione
La pista prosegue nel lungomare tra i lidi ed i gazebo, rendendo chiaramente insufficiente lo spazio a disposizione dei pedoni.

Pista ciclabile di RC davanti alle panchine
Pista ciclabile di RC davanti alle panchine

Nella parte finale del lungomare si può notare uno degli errori più eclatanti di questa realizzazione. La corsia in direzione sud è stata tracciata accanto alle due panchine in pietra, quindi è impossibile usare queste panchine senza occupare la pista ciclabile. Ma come si fa a progettare una cosa del genere? Non c'è nessuno che controlla per evitare errori così grossolani?

Pista ciclabile di RC, NOEL
Pista ciclabile di RC, NOEL
Arrivati al laboratorio di ingegneria NOEL la pista ha un fondo regolare ed è ben segnalata. Questi pochi metri sono l'unico tratto del lungomare in cui la pista è stata realizzata correttamente.

Pista ciclabile di RC, andando al tempietto
Pista ciclabile di RC,andando al tempietto

Ma appena superato il NOEL tornano le sorprese, infatti l'intero marciapiede è stato occupato dalla pista ciclabile. Questa realizzazione non rispetta la normativa vigente che impone che sia lasciato spazio anche ai flussi pedonali. Ovviamente le persone non si curano della pista ciclabile e continuano ad usare il marciapiede come hanno sempre fatto.

Pista ciclabile di RC, tempietto
Pista ciclabile di RC, tempietto
Si giunge quindi al parcheggio del Tempietto. Rispetto al precedente aggiornamento, è stata completata la segnaletica orizzontale. Rimane il degrado della zona, e la puzza di fogna che pervade l'aria rendendola quasi irrespirabile.

Pista ciclabile di RC, restringimento
Pista ciclabile di RC, restringimento
Permangono i segnali temporanei di pericolo nel restringimento, ma è stata completata la segnaletica orizzontale e verticale per la pista ciclabile.

Pista ciclabile di RC, foce Calopinace
Pista ciclabile di RC, foce Calopinace
Arrivati quasi alla foce del Calopinace ecco un'altra sorpresa. Secondo il progetto originario, in questa zona, la pista ciclabile avrebbe dovuto proseguire fino al futuro attraversamento della fiumara per congiungersi con il costruendo nuovo waterfront di Reggio Calabria, ma è stata fatta una deviazione...

Pista ciclabile di RC, foce Calopinace
Pista ciclabile di RC, foce Calopinace
Questa deviazione porta ad una rotonda vicino la foce del Calopinace. Forse il progettista non ha ben chiara la differenza tra parco giochi per bambini e pista ciclabile. Che senso ha costruire una pista ciclabile a due corsie lungo tutto il perimetro di quella piazza? Ricordo che queste opere sono state realizzate con i fondi della comunità europea con lo scopo di favorire la mobilità eco-sostenibile e disincentivare l'uso dei mezzi a motore. In che modo una pista ciclabile che non porta da nessuna parte dovrebbe portare dei miglioramenti al traffico cittadino?

Pista ciclabile di RC, incrocio botteghelle
Pista ciclabile di RC, incrocio botteghelle
Il resto del tracciato, fino ad arrivare all'incrocio tra il Viale Calabria e Via Botteghelle, è rimasto pressoché invariato. Arrivati in questo punto, invece, si nota come l'intero marciapiede sia stato occupato dalla pista ciclabile. La situazione appare ancora più grave se si considerano i numerosi passi carrabile presenti.

Pista ciclabile di RC, incrocio botteghelle
Pista ciclabile di RC, incrocio via Botteghelle
Subito dopo l'incrocio, si ha nuovamente una pista ciclabile in sede propria a singola corsia verso sud. Ricordo che le piste ciclabili in sede propria dovrebbero essere usate esclusivamente dai ciclisti, ma ho notato che in questo punto la pista ciclabile viene usata esclusivamente dai pedoni, infatti non è presente nessun marciapiede.

Viale calabria incrocio con traversa IX viale aldo moro
Viale Calabria incrocio con Traversa IX Viale Aldo Moro
Spesso l'ingresso della pista ciclabile è bloccato da automobili parcheggiate in modo non regolare, anche grazie al fatto che a Reggio Calabria i controlli dei vigili urbani sono rari...

Viale Calabria incrocio con Traversa IX Viale Aldo Moro
Viale Calabria incrocio con Traversa IX Viale Aldo Moro
Visti tutti questi problemi non sorprende che i pochi ciclisti che si trovano a passare da queste parti preferiscano usare la corsia esterna del Viale Calabria invece che rischiare incidenti passando su un marciapiede improvvisato a pista ciclabile.

Viale Calabria incrocio con Via Itria
Viale Calabria incrocio con Via Itria

Infatti chi volesse avventurarsi a percorrere questa pista ciclabile si trova a dover superare molte insidie... bidoni della spazzatura, pali della luce in mezzo alla corsia, cabine telefoniche, etc... sembra un percorso ad ostacoli più che una pista ciclabile.

Viale Calabria incrocio con Vico S. Anna
Viale Calabria incrocio con Vico S. Anna

Vedendo l'ennesima macchina parcheggiata alla fine di un tratto di pista ciclabile viene da chiedersi: è più incivile chi parcheggia così, o chi occupa l'intero marciapiede con una pista ciclabile che non lascia spazio ai pedoni?

Pista ciclabile di RC, ultimo tratto Viale Calabria
Pista ciclabile di RC, ultimo tratto Viale Calabria
Eccoci all'ultimo tratto di pista ciclabile del Viale Calabria, qui almeno hanno fatto un percorso promiscuo ciclo pedonale, sempre sperando che non vernicino tutto il marciapiede di rosso anche qui.

Pista ciclabile di RC, rotonda Viale Calabria
Pista ciclabile di RC, rotonda Viale Calabria
Dopo la rotonda tra il Viale Calabria e Via Gebbione la pista ciclabile riprende in sede propria per circa 50m lungo la strada di recente costruzione che collega la suddetta rotonda a Via Padova. Non ho trovato indicazione del nome di tale via, forse è considerata un prolungamento del Viale Calabria.

Pista ciclabile di RC, strada in costruzione
Pista ciclabile di RC, strada in costruzione
La pista ciclabile termina in corrispondenza del cancello che porta al cantiere di una strada ancora in costruzione che collegherà quel tratto di pista ciclabile con Via Sbarre Inferiori.

Pista ciclabile di RC, strada in costruzione
Pista ciclabile di RC, strada in costruzione

L'altro cancello del cantiere è posto nelle vicinanze della REGES. Una volta completata questa strada, si diminuirà la pressione del traffico su Via Padova e si potrà prolungare la pista ciclabile fino alla foce della fiumara Sant'Agata.

Inizio pista ciclabile di RC direzione Nord, Viale Calabria
Inizio pista ciclabile di RC direzione Nord, Viale Calabria
Ritornando sul Viale Calabria e percorrendolo in direzione nord si nota che è stata tracciata una corsia della pista ciclabile anche in tale direzione. Purtroppo, anche in questo caso, non è stato lasciato adeguato spazio per i pedoni. Non so se i lavori siano ancora in corso, ma allo stato attuale sembra che la pista ciclabile inizi in corrispondenza di un attraversamento pedonale.

Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via S. Giuseppe
Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via S. Giuseppe

Arrivati all'incrocio tra Viale Calabria e Via San Giuseppe si nota un altro errore di progettazione di quest'opera che si fa fatica a chiamare pista ciclabile. Poco dopo l'incrocio la pista termina a causa di un gazebo. Ormai è evidente che è un percorso ad ostacoli, e risulta più sicuro percorrere il Viale Calabria anche per i ciclisti.

Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Itria
Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Itria
Dopo l'incrocio con Via Itria si ha una zona con molto traffico pedonale, anche a causa delle attività commerciali presenti, ma anche qui, purtroppo, il progettista ha pensato di dedicare l'intero marciapiede alla pista ciclabile.

Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Botteghelle
Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Botteghelle

La parte più critica la troviamo subito dopo l'incrocio con Via Botteghelle, la pista ciclabile occupa l'intero marciapiede e vi è un esercizio commerciale molto frequentato. Se questa pista dovesse essere effettivamente usata da qualche ciclista, si è facili profeti nel dire che ci saranno incidenti con i pedoni... fortunatamente, al momento, viene ignorata.

Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Botteghelle
Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Botteghelle
Sorvolando sullo scooter che blocca l'ingresso della pista ciclabile, si può notare come sia impossibile usare il distributore automatico o imbucare una lettera senza occupare la corsia riservata ai ciclisti.

Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Loreto
Pista ciclabile di RC direzione Nord, incrocio Via Loreto

La pista prosegue sul marciapiede, ed in corrispondenza dell'incrocio con Via Loreto, si può notare come la corsia sia stata tracciata davanti una rampa per disabili. Non so se sia legale tutto questo, sicuramente manca di buon senso.

Termine pista ciclabile di RC direzione Nord
Termine pista ciclabile di RC direzione Nord

La pista termina al semaforo di Via Nicolò Furnari, ed anche in questo caso è stato occupato l'intero marciapiede.
Quest'opera è stata finanziata con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, ma c'è qualcuno in Europa che controlla come effettivamente vengono spesi (sperperati?) questi fondi?
In altre realtà il responsabile di questo progetto sarebbe già stato rimosso dall'incarico.

---------
Aggiornamento del 15 giugno: da poco hanno messo la segnaletica verticale che indica la pista ciclabile, ma questi segnali sono stati subito coperti con dei cartelli che suscitano ilarità nei reggini. Il commento più ricorrente è: "ecco, hanno fatto la pista ciclabile con divieto di accesso ai cicli"...
Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Non credo sia proprio legale mettere un cartello che delimiti l'area di cantiere in quel modo, semplicemente legato con dello spago.
Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Giorno 20 maggio un camion è rimasto incastrato all'inizio di via Barlaam a causa della pista ciclabile, per liberare la strada sono stati spostati due paracarri. Come si può vedere dalla foto precedente i due paracarri sono ancora sulla corsia riservata ai ciclisti.

Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Pista ciclabile di RC con divieto di accesso ai cicli
Concludo con questa foto, in cui si riesce ad intravedere la ripresa dell'attività esplosiva dell'Etna. Purtroppo vi era molta foschia e quindi il fenomeno è stato poco visibile.

Per altre informazioni vi rimando a quanto scritto il 18 gennaio:
http://pietroippoliti.blogspot.it/2014/01/pisteciclabilirc.html


----------------------------------------------------------

6 commenti:

  1. Bravo, Pietro. Le foto sono molto divertenti ma buone.

    RispondiElimina
  2. Molto belle le prime goto del lungomare, per il resto che dire, tristezza infinita.

    RispondiElimina
  3. Quotando alcuni pezzi, mi viene da pensare...
    -------------
    Anche perché quasi sempre le corsie della pista ciclabile sono occupate da persone intente a passeggiare o fare jogging. Fortunatamente questa pista non viene usata quasi da nessun ciclista, altrimenti sarebbe molto pericolosa.
    --------
    Spesso l'ingresso della pista ciclabile è bloccato da automobili parcheggiate in modo non regolare, anche grazie al fatto che a Reggio Calabria i controlli dei vigili urbani sono rari...
    --------
    Visti tutti questi problemi non sorprende che i pochi ciclisti che si trovano a passare da queste parti preferiscano usare la corsia esterna del Viale Calabria invece che rischiare incidenti passando su un marciapiede improvvisato a pista ciclabile.
    --------
    Infatti chi volesse avventurarsi a percorrere questa pista ciclabile si trova a dover superare molte insidie... bidoni della spazzatura, pali della luce in mezzo alla corsia, cabine telefoniche, etc... sembra un percorso ad ostacoli più che una pista ciclabile.
    --------
    Arrivati all'incrocio tra Viale Calabria e Via San Giuseppe si nota un altro errore di progettazione di quest'opera che si fa fatica a chiamare pista ciclabile. Poco dopo l'incrocio la pista termina a causa di un gazebo. Ormai è evidente che è un percorso ad ostacoli, e risulta più sicuro percorrere il Viale Calabria anche per i ciclisti.
    ---------
    sorvolando sullo scooter che blocca l'ingresso della pista ciclabile...
    -------

    Perdonami ma... cosa ti aspettavi? Tutto come da copione, no? :)
    Analoghi problemi li stanno avendo a Messina, analoghi problemi li hanno sperimentati ad Andria, analoghi problemi li abbiamo a Napoli (dai uno sguardo a quanto ho scritto su http://www.flapane.com/blog/2013/10/storie-di-quotidiana-ciclo-incivilta/ ). Per la verità, inciviltà e ciclabili improbabili esistono anche al Nord, solo che lì non si arriva ai nostri livelli, con un tal numero di assurdità in contemporanea.
    Non è un caso che io preferisca diecimila volte utilizzare la bici in strada, e stare in mezzo al traffico (anch'esso, ça va sans dire, pericoloso), piuttosto che avventurarmi su discutibili ciclabili, e arrabbiarmi a causa dell'inciviltà del meridionale medio, che in bici non ci va, non è in grado di capire a cosa serva una ciclabile, ed al massimo la utilizza per parcheggiare, fare jogging, e camminare, *anche* se c'è un intero marciapiede libero.
    Insomma, come scrivevo sopra... tutto come da copione.

    Prima di arrivare alla mobilità sostenibile, ed inserirla in contesti in cui non sarebbe compresa, nel Meridione servirebbe un po' di scuola e cultura, ma questa è un'altra storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, tale premessa, sia chiaro, vale anche per i progettisti, perchè è criminale occupare interamente marciapiedi che danno su attività commerciali, con una striscia rossa.
      Volesse il cielo, che l'UE pretendesse tali fondi indietro, per averli sperperata in maniera così balorda.

      Elimina
    2. Mi aspettavo una pista progettata in modo decente, e che siano prese delle misure adeguate per renderla fruibile. I finanziamenti europei devono essere da stimolo per migliorare le città e la qualità della vita, non una scusa per intascare soldi con gli appalti !!
      Una pista ciclabile fatta così male non credo esista in altre parti del mondo, vedi ad esempio il punto dove passa davanti le panchine.
      Lisboa è circa alla stessa latitudine di Reggio Calabria, ma lì le piste ciclabili ci sono e funzionano, senza parlare di Barcellona o altre città.

      Elimina
    3. Se le varie città del Sud della Spagna hanno fatto passi da gigante, negli ultimi trent'anni (per non parlare dell'arredo urbano e del trasporto pubblico), è preoccupante sentirlo a proposito di Lisbona, ma tant'è... sono rimasto impressionato dalle moderne Cracovia e Varsavia, quindi non mi stupisco più di nulla.

      Elimina

English: Feel free to write a comment in your own language! Remember: you have to log-in before start writing.
Italiano: Sentitevi liberi di scrivere un commento nella vostra lingua! Ricordate: dovete effettuare log-in prima di iniziare a scrivere.